Zuccheri a Natale come evitarli

Zuccheri a Natale come evitarli

Non è Natale se non ci sono i dolci. Tra pranzi e cene del periodo di festa, infatti, gli zuccheri sono assoluti protagonisti. Torroni, panettoni, pandori e panforti, solo per citare quelle più famosi in Italia, non possono mancare sulla tavola di ogni famiglia che si rispetti. Piccoli peccati di gola che, però, rischiano di trasformarsi in pericolosi nemici della propria igiene orale. Lo zucchero, infatti, è la prima causa di formazione di carie tra i denti. È difficile non cadere in tentazione, lo sappiamo, una serie di raccomandazioni possono provare ad aiutare a prevenire limitando i danni.

denti-in-salute-anche-a-natale

Home made

Siamo consapevoli, fare un dolce non è facile. Il panettone, tanto per dirne uno che più di altri simboleggia la magia del Natale, ha una lavorazione che richiede tempo, fatica e capacità elevata. Nei limiti, però, delle vostre possibilità provate a optare per i dolci fatti in casa. Sicuramente il dosaggio di zucchero è meno alto dell’alternativa industriale e, inoltre, la provenienza degli ingredienti è certa.

Alternativa alla zucchero 

Esistono tante alternative allo zucchero che possono essere utilizzate nella preparazione dei dolci. C’è il fruttosio che ha addirittura un potere dolcificante maggiore del 20% rispetto allo zucchero tradizionale. È completamente naturale essendo contenuto nella frutta e nel miele. Sempre sul fronte delle alternative suggeriamo gli sciroppi d’acero e d’agave, molto dolci al sapore e anche con un gustoso aroma di caramello. Unica accortezza, in questo caso, è ricordarvi di riequilibrare le proporzioni dei liquidi nella ricetta. Infine la stevia, uno dei dolcificanti naturali più performanti. Ha un potere dolcificante 300 volte maggiore rispetto allo zucchero normale, ormai si trova ovunque, anche nei comuni supermercati. Ha un retrogusto di liquirizia un po’ particolare, magari non tutti apprezzano.

Zucchero sì, ma almeno grezzo

Se proprio non si riuscisse a fare a meno dello zucchero optate, almeno, per lo zucchero di grezzo. Questa tipologia di zucchero è meno dolce al sapore e ha soprattutto molto meno controindicazioni rispetto a quello industriale bianco che comunemente utilizziamo. In questo caso è solo una questione di abitudine, abbandonate il “bianco”, siamo quasi certi che a un certo punto non ne sentirete più la mancanza

Comprate prodotti bio 

Cucinare i dolci in casa non è facile, siamo consapevoli. Se rientrate, quindi, in tutta quella tipologia di persone che solitamente comprano i dolci optiate, perlomeno, per quelli bio. I prodotti biologici, anche quelli destinati alla grande distribuzione, sono più controllati e hanno meno zucchero. Costano di più, questo è vero.

Igiene orale

Sembra il consiglio più banale, ma è anche quello più efficacie. Lavatevi sempre i denti dopo ogni pasto, soprattutto se si sono ingeriti molti zuccheri. Lo spazzolino lo si può portare ovunque, anche al ristorante.