Faccette dentali estetiche: cosa sono, a cosa servono e quanto durano

Faccette dentali estetiche: cosa sono, a cosa servono e quanto durano

Le faccette dentali sono una valida soluzione per migliorare l’estetica dei denti di un paziente; si tratta di un’innovazione tecnologica tra le più all’avanguardia in ambito odontoiatrico.

I risultati di questo intervento non invasivo si possono notare fin da subito sul paziente, la cui dentatura assume un aspetto più sano e in armonia con il volto.

Che cosa sono esattamente le faccette dentali

Faccette dentali3

Le faccette dentali sono dei sottili strati di ceramica, porcellana o composito, che il dentista applica su ogni dente, coprendo così gli eventuali difetti superficiali. Le faccette dentali possono modificare in questo modo la forma o la dimensione imperfetta dei denti, ma anche coprire le macchie e le discromie. Le faccette dentali migliora l’aspetto dei denti del paziente, che diventano lucidi, bianchi e uniformi.

Come si impiantano le faccette dentali

L’impianto delle faccette dentali deve essere svolto esclusivamente da un dentista specializzato in questo tipo di intervento odontoiatrico. La tecnica non è invasiva, non provoca dolore e non necessita di un’anestesia locale. Dopo aver valutato la situazione del paziente, il dentista stabilisce come procedere nella maniera più opportuna. Le faccette dentali non sono tutte uguali, queste ultime hanno diverso spessore e sono composte di materiali diversi. Queste ultime sono create ad hoc, in base al tipo di problema su cui il dentista deve intervenire. Per questo, ogni faccetta è realizzata su misura, in base alla dimensione dei denti del paziente. Il dentista applica una resina – quella che solitamente si utilizza per le otturazioni – direttamente sopra il dente, in modo da ottenere un mock – up, che serve a valutare le possibilità terapeutiche e se il risultato estetico è gradito dal paziente. Questo consente di applicare le faccette dentali anche sui denti non in linea.

Non solo estetica: i benefici terapeutici

_DSC0336high_low

Le faccette dentali, oltre a migliorare esteticamente la dentatura del paziente, sono una soluzione anche per rimediare ad alcune problematiche odontoiatriche. Nei pazienti con con le carie o con residui di vecchie otturazioni, si può ristabilire la funzionalità dei denti interessati. Le faccette dentali si usano anche per alcuni problemi legati a denti scheggiati, erosi o consumati – a causa del bruxismo, limitando così i disagi che ne derivano. Inoltre, il dentista può intervenire con le faccette dentali anche per la correzione di alcuni “diastemi”, ovvero le spaziature eccessive tra i denti.

Quanto durano e la manutenzione

Per mantenere le faccette dentali in ottime condizioni, il paziente dovrà seguire alcune semplici norme di base, le stesse che il dentista consiglia per mantenere la salute dei denti. Sono da evitare il fumo e i cibi che possono macchiare la ceramica –  tè, caffè o vino. E’ importante l’igiene dentale, per cui lavare i denti almeno tre volte al giorno e usare il filo interdentale. Tuttavia, per una corretta manutenzione delle faccette dentali è bene chiedere sempre consiglio al proprio dentista di fiducia. Il nostro studio dentistico saprà consigliare il trattamento migliore e più adatto alle esigenze del paziente.
Le faccette dentali possono durare fino a dieci anni, ma, chiaramente, a determinare la durata concorrono le competenze del dentista, la qualità dei materiali utilizzati e la cura della manutenzione da parte del paziente.

Marianna Feo