Carie ai denti: una patologia da non sottovalutare. Che cosa succede nella nostra bocca e come prevenire

Carie ai denti: una patologia da non sottovalutare. Che cosa succede nella nostra bocca e come prevenire

La carie ai denti è una patologia molto diffusa, che colpisce i tessuti duri del dente, cioè lo smalto e la dentina.
La carie dentale è dunque un processo distruttivo del tessuto duro del dente, che inizia dallo smalto e si estende più in profondità fino alla polpa dentaria. La carie dentale è una patologia da non sottovalutare e da curare sin dalla sua fase iniziale, anche se il paziente non avverte alcun dolore nella zona colpita. Ecco come si forma la carie ai denti, quali sono gli stadi di questa patologia e come prevenirla.

Carie ai denti: come si forma e cosa succede nella nostra bocca

carie denti

La carie ai denti si forma in seguito all’azione dei batteri – che si trovano normalmente all’interno del cavo orale – accumulati nella placca batterica. 
Questi batteri creano così un ambiente acido  attraverso la metabolizzazione degli zuccheri lasciati dai residui di cibo – che finisce per consumare lo smalto fino a raggiungere la polpa dentaria. Quest’ultima, se s’infiamma, va progressivamente incontro a un processo di necrosi ovvero della morte del tessuto. L’infiammazione tende poi a diffondersi verso il parodonto ovvero i tessuti che rappresentano il sostegno dei denti. E’ in questa fase che il paziente avverte i primi sintomi dolorosi. Se si lascia progredire questa patologia, si formano degli ascessi, che rappresentano la fase finale della carie dentale e la più dolorosa.
Se si trascurano tutti gli stadi della carie, si perderà il dente e si dovrà estrarre.

Come si forma la carie dentale e come prevenirla

igiene orale spazzolino

La carie dentale è una patologia multifattoriale ovvero si forma a causa di più fattori messi insieme, come quelli legati all’anatomia e alla fisiologia personali, la salivazione e la forma dei denti. Un’anatomia dei denti con solchi profondi, per esempio, può essere un fattore predisponente per la carie.
Per contrastare questa patologia, la soluzione migliore è la prevenzione.
È necessario sottoporsi regolarmente a dei controlli dal dentista per accorgersi precocemente delle eventuali problematiche a carico dei denti e delle gengive. Anche la periodica pulizia dei denti professionale dal dentista è importante, per la rimozione del tartaro dalle zone più difficili da pulire con il solo spazzolino. Infine, è possibile ridurre la formazione della placca batterica con un’alimentazione adeguata: limitare il consumo di dolciumi e di altri cibi molo zuccherati. E’ inoltre consigliabile mangiare molta frutta e verdura, alimenti che contengono vitamine e minerali, importanti per la salute dei denti.

Marianna Feo